lunedì 4 aprile 2016

La torta salata chic

A fatica sto iniziando a capire quanto sia difficile avere desideri autentici. Autentici nel senso di veri, corrispondenti a noi stessi, a ciò che davvero siamo. 
Con la testa è facile capire, lo so. Un po' meno facile è capire con... alcuni direbbero con la pancia
A me non piace dire con la pancia, preferisco dire con l'anima, che per me è fatta di carne, di ossa, di sangue e tutto il resto. 
Tu magari lo sai da sempre, io lo sto capendo solo adesso (e a fatica), che la maggior parte dei nostri desideri è desiderata per noi da altri. 
I nostri sono desideri modificati dalla storia, dalla cultura e dalla moda. Sono desideri che ci vengono passati dai nostri genitori insieme al latte e alle carezze. Sono desideri che appartengono alla nostra migliore amica, alla nostra peggiore amica, alla nostra insegnante del liceo per la quale ci eravamo presi una cotta. 
I desideri che desideriamo, la maggior parte delle volte, sono desideri giusti e rispettabili. Sono desideri che in un certo qual modo ci rassicurano. 
E invece, credo, i desideri sono tutto fuorché rassicuranti. I desideri autentici, credo, ci spiazzano. 
Un desiderio autentico si realizza a fatica. Con la nostra fatica, non con la fatica del cosmo. 
Perché i desideri autentici fanno paura, sono spiazzanti, ci costringono ad uscire fuori dal seminato (quello che altri hanno per noi seminato). 
Credo che l'aspetto più terrificante sia: e se poi il desiderio autentico si realizza? Chi o che cosa diventerò? Mi riconoscerò ancora guardandomi allo specchio? 
E se quando mi guarderò, per la prima volta mi vedrò?



COSA&QUANTO
  • un mazzo di asparagi
  • un rotolo di sfoglia integrale
  • due uova
  • una confezione di trancetti di salmone affumicato
  • latte, circa una tazza
  • sale
  • aneto, sei o sette ciuffetti
  • ricotta di capra, circa 200 g.
COME


Sbollenta gli asparagi in acqua salata.
Prepara la sfoglia in una teglia dai bordi alti.
Disponi gli asparagi a mo' di letto.
Aggiungi i transetti di salmone e la ricotta a fiocchi (quindi senza spalmarla).
Sbatti le due uova insieme al latte, aggiungi un pizzico di sale.
Decora la torta con i rametti di aneto. 
Versa il latte e le uova in teglia.
Inforna e cuoci per 30 minuti.
Questa è una torta di classe, buonissima e costosetta. 
Secondo me è ottima per far bella figura a cena con le amiche.


Nessun commento:

Posta un commento