martedì 12 gennaio 2016

Crema di finocchi con pomodorini e caprino


Oggi è davvero l'inizio. Il nuovo, lo stesso di sempre. Mi ero abituata troppo bene ad averlo sempre attorno. Stamattina all'alba il marito ha ripreso le sue peregrinazioni. 
Sveglia alle quattro e mezza, doccia, barba, valigia sapientemente preparata la sera prima e via. 
Il fatto è che quando parte così presto, la sera prima non è che riusciamo a godercela poi tanto. C'è la sveglia che aleggia su qualsiasi programma di serata, c'è - da parte mia - l'ansia che lui possa perdere l'aereo. Che poi cosa vuoi che succeda quando si perde l'aereo....? Non lo so, non ne ho la minima idea, ho rischiato diverse volte di colmare questo gap di conoscenza senza mai essere arrivata fino in fondo. Neanche il marito ne ha mai perso uno, figurati. Siamo una famiglia di precisini noi! Quando torna glielo chiedo: che cosa succederebbe se dovessi perdere l'aereo per una tua distrazione, per aver calcolato male i tempi oppure puntato male la sveglia? Che cosa succederebbe a livello pratico e dentro di te? Un episodio del genere arriverebbe a mutare le tue abitudini: basta aerei alle sei del mattino? Intanto che aspetto la risposta mi consolo con la buonissima crema ai finocchi.

COSA&QUANTO (per 2)
Due finocchi belli grandi
Sei pomodorini pachino
50 g di formaggio caprino
Un cipollotto piccolo
Olio
Sale
Pepe

COME
Facilissimo: taglia i finocchi a metà e mettili a bollire in acqua salata. Una volta cotti, frullali col minipimer e falli così diventare una crema. Impiatta la crema, intanto fai saltare in padella i pomodorini pachino col cipollato per 4 minuti. Condisci la crema con i pomodorini e un cucchiaio di formaggio caprino
Condisci con olio e pepe.
Ricetta facile, veloce e sana. Un modo nuovo di mangiare i finocchi che comunque io preferisco di gran lunga cotti piuttosto che in pinzimonio.

1 commento:

  1. Se perdi un aereo è un casino, fidati... a una mia amica è capitato e nel frattempo che aspettava il volo successivo le è scaduto il visto. Ha dovuto passare una notte in un albergo/prigione politica in attesa che l'ambasciata italiana e quella russa si rimettessero d'accordo per rinnovarglielo.
    Meglio rimanere a casa e mangiare zuppe calde!

    RispondiElimina