sabato 24 ottobre 2015

Tramezzini di pesce spada



- Mio marito era in Arabia, adesso è in India e domani sarà in Cina.
- E tu come stai?
(Pausa)
- Sto che poco fa ero insieme a lui in una foresta popolata da pipistrelli della frutta, e non avevo ancora fatto colazione.
Per colazione non c'erano le solite bioches del sabato perché lui è in India e io mi sono dimenticata di comprarle. 
Anzi, non dimenticata. 
Ieri sera, al supermercato, alle otto e mezza di sera dopo una giornata infinita, mi sono detta: le compro o non le compro? 
Non le ho comprate. E stamattina me ne sono pentita. 
Lui me le avrebbe fatte comprare. 
- Ti manca?
- Mi manca. L'assenza provoca mancanza, è così. Siamo esseri abitudinari. Non mi piace dire che mi manca. 
Mi manca ma soprattutto mi emoziona. 
Il fatto che sia lontano mi accende.
Dopo la foresta di pipistrelli sono salita con lui sul taxi e abbiamo sentito nel traffico un barrito. Ho sofferto con lui dell'aria condizionata troppo fredda, con lui mi sono presa il mal di gola, mi sono espressa a gesti e ho goduto di una cena vegan sul terrazzo dell'hotel.
Io sono una da realtà virtuale. Non per niente leggo, non per niente i videogiochi esercitano su di me un fascino non trascurabile, non per niente più che viaggiare amo la preparazione del viaggio.
(Anche il viaggio, ovviamente. Hai capito, no? Leopardi).
Il vero problema adesso è questo: che per due settimane posterò ricette del marito senza goderne. Nessun tramezzino di spada per me!, nessun tortino, nessun polpettino. 
Zuppe pronte da scaldare e tonno in scatola. Olè!

COSA&QUANTO
  • Capperi 
  • olive nere denocciolate 
  • pomodorini 
  • basilico 
  • filetto di pesce spada
  • sale
  • olio
COME
Taglia capperi, olive, pomodorini e basilico molto finemente con il coltello di ceramica. 

Taglia a metà anche il filetto di pesce spada, anch'esso con l'imprescindibile coltello di ceramica.
Spolvera il filetto con sale e farciscilo con una manciata del preparato fatto di pomodorini e company. 
Piega quindi a metà il filetto, a mo' di tramezzino.
Un filo d'olio 
Inforna per poco, una decina di minuti circa.
Grattata di limone e via!

Nessun commento:

Posta un commento