venerdì 10 luglio 2015

La zuppa di pesce di Santa Cesarea

L'abbiamo trovato! Il mercato coperto famoso ma anche misterioso. E abbiamo anche capito che le quattro case appese alla roccia dove soggiorniamo non sono Santa Cesarea Terme, ma quattro case appese alla roccia. 
Santa Cesarea vive e lotta insieme a noi. È dotata di poste, di alberghi termali, di palazzi arabeggianti e di un mercato coperto. 


Entriamo e il marito subito si dirige verso il banco del pesce. 
I pescivendoli, lui e lei, sorridono, scherzano, lui dice: "Questi spiedini sono la specialità di Donna Rosa".
Donna Rosa arrossisce, si schernisce.
Poveri illusi, non sanno che il marito è insensibile agli spiedini preparati da altri.
Non sappiamo che cosa scegliere, sicuramente non gli spiedini.
Siamo indecisi. 



Vieto una spigola da 21 euro, eh lo so che è fresca ma 21 euro... Andiamo per la zuppa di pesce, gliela concedo, forse mi distraggo, sicuramente mi distraggo perché il marito acquista pesci per la zuppa di pesce per un valore totale di... 20 euro??
Ah, no, okay. I pesci per la zuppa costano sette euro, sono i gamberi di Gallipoli che fanno la differenza.
Sento il pescivendolo che dice: "Sa cucinare il ragazzo, si vede". 
Io prontamente ammetto: "Sì, sì, è lui il cuoco". 
E Donna Rosa - quella degli spiedini - mi guarda con occhi sognanti. 
Ma guarda, Donna Rosa, avere il marito che cucina a tratti può anche essere una cosa faticosa
Il pescivendolo mi regala un gambero. Non so per quale motivo. Talvolta induco in certi personaggi il desiderio di comprare un mio sorriso.
Non credo di aver sorriso per un gambero in più, forse sì.
Il marito li ha scottati in padella con scorza di limone. Top.



Buona la zuppa, ha sempre un po' quel problema delle spine. Ma al marito piace tanto. 
Mentre se la gustava gli ho chiesto: "Perché ti piace tanto? Perché te la faceva tua mamma quando eri piccolo?" 
"Sì me la faceva, la fa anche adesso, ma non è capace. Lei. Mi piace perché la so fare bene. Io".
La qualità del marito che cucina è senza dubbio la modestia
Vedi, cara Rosa degli spiedini, la donna che cucina, quando cucina, ha spesso paura che il suo piatto non piaccia, si chiede se piacerà e quando piace e riceve complimenti si schernisce. Come hai fatto tu con i tuoi spiedini.
L'uomo che cucina sa, nel momento esatto in cui pone la sua pietanza al centro del tavolo, di aver fatto un buon lavoro. Sa che incontrerà il gusto del pubblico. 
Se piace a me piacerà anche agli altri, pensa.
Facile stare con un uomo che cucina, facile e rilassante!

COSA&QUANTO
  • uno scorfano
  • un pautazio
  • una tracina
  • un moscardino o una seppia
  • un mini sarago
  • una mormora
  • una manciata di cozze
  • olio
  • una cipolla di Tropea
  • una punta di peperoncino verde piccante
  • prezzemolo

COME
Ripetiamo ciò che ti serve.
Lo scorfano serve sempre nella zuppa di pesce perché fa buono il brodo. Senza scorfano evita la zuppa di pesce. 
Un pautazio (???). Questo pesce mi sa che ce l'hanno solo al mercato di Santa Cesarea.
Una tracina, fondamentale. Buona quanto la coda di rospo. Bisogna fare attenzione perché ha la punta velenosa.
Il moscardino è un azzardo, di solito si usa la seppia. 
Un mini sarago. Ma mini mini. Bellissimo! 
Una mormora che non so che sia. 
Cozze, una manciata. 
Adesso:
olio in pentola, una cipolla di Tropea ("che bella questa, andrebbe mangiata cruda" dice il marito). 
Cozze: nel pentolino a far aprire
Un peperoncino verde che ci ha regalato il pescivendolo. Piccantissimo! Help! 
Mettilo nel soffritto in pentola. Poco, mi raccomando.
Dopo soffritto, metti per primi il moscardino o le seppie.
Sfuma col vino bianco - Tavernello. 
Versa un po' di acqua delle cozze. 
Metti le cozze da parte: devono essere aggiunte gli ultimi 10 minuti di cottura.
Metti un po' di passata di pomodoro - al marito non piace con tanta passata. 
Aggiungi altra acqua delle cozze.
Dopo 10 minuti metti gli scorfani e la tracina.
Dopo 10 minuti aggiungi gli altri pesci.
Dopo 5 minuti aggiungi le cozze.
Prezzemolo. 
Sale - mio marito ne ha messo solo una puntina alla fine perché per salare ha usato l'acqua delle cozze.
Per cuocere il tutto serve mezz'ora. 




Nessun commento:

Posta un commento