martedì 28 aprile 2015

Filetto di sarago con porro e curcuma


Quello che mi piace del lavoro di mio marito, e che un po' - un po' tanto - gli invidio, è che lui prende e va. Solamente oggi, nell'ordine, è stato a Roma, a Isernia, a Napoli e ora si sta dirigendo a Vietri sul mare. Io, invece, sto sempre qui. Vado via solo con la testa e a volte non mi basta. Così è, per ora, la mia vita. Sedentaria. 
E pensare che io non lo sono affatto, sedentaria. 
Non sai quanto mi piace prendere treni, stanziare in stazioni, correre con i cieli che corrono e cambiano sopra alla testa. 
E poi 'sti Penelope e Odisseo... che pesantezza. 
Io non voglio sentirmi Penelope! 
Io sono Odisseo, voglio essere Odisseo.
Il problema è che una coppia fatta da due Odissei non si incontra mai.
Questo è il problema.
Uno dei due deve restare fermo. 
Mannaggia.
Chissà se quale pesce si sparerà stasera il marito che quando è in giro mica cucina?
Io mi consolo col suo sarago.

COSA&QUANTO

  • un sarago
  • olio
  • sale
  • un rametto di menta
  • pepe nero
  • 2 pizzichi di curcuma
  • 1 pizzico di semi di finocchietto
  • 1 porro

COME
Sfiletta il sarago
Ponilo sulla teglia con carta da forno, olio, sale. 
Aggiungi un rametto di menta sminuzzato e una macinata di pepe nero. 
Inforna nel forno caldo. 
Per la base o crema di accompagnamento: fai un soffritto con l'olio e il porro tagliato a rondelle. Aggiungi due pizzichi di curcuma e un pizzico di semi di finocchietto.
Sale e un po' d'acqua.
Cuoci per venti minuti. 
Poi frulla col minipimer. 
Impiatta adagiando il pesce sulla crema.

Nessun commento:

Posta un commento