domenica 1 marzo 2015

Torta di frutta della Franca


Per fortuna che ci pensa la mamma di mio marito a rimpolpare la sezione dolci del nostro blog! E che rimpolpamento! La torta di frutta è in assoluto la mia torta preferita, anzi, è in assoluto la mia torta. L'unica che mangio volentieri, l'unica che chiedo quando mi si chiede di scegliere una torta. Al nostro matrimonio, io e mio marito avevamo una mega crostata di lamponi. Banditi il pan di spagna, la panna e- soprattutto- le statuine.
La torta di frutta è uno degli assi nella manica della Franca. Le viene bene, non c'è niente da fare. Le viene sempre bene, sempre uguale a se stessa. E' la cosa più vicina a un prodotto di pasticceria che sia passata davanti ai miei occhi. La Franca mi ha regalato la ricetta credendo che io sia in grado di produrre una simile bellezza. Intanto posto il procedimento, poi vediamo.


COSA&QUANTO
base:
  • 400 gr di farina
  • 160 gr di zucchero (4 bei cucchiaioni)
  • un uovo
  • 120 gr di burro
  • un bicchiere di latte
crema:
  • due cucchiai di zucchero
  • mezzo litro di latte
  • 2 cucchiai di farina
  • 2 tuorli d'uovo
guarnizione:
  • frutta a piacere
  • una bustina di preparato per gelatina (Tortagel Paneangeli)
  • 2 cucchiai di zucchero

COME
"Intanto ci vuole la teglia giusta". Già qui vado in crisi. La teglia giusta sarebbe quella con la geometria esterna e il buco, cioè una specie di canaletto laterale, una parte più bassa dove andrà a depositarsi la crema. Finché non me l'hanno fatta vedere non avevo capito. Se non ce l'hai in casa ti consiglio di andare dal casalinghi e chiedere la teglia giusta, vedrai che loro sanno qual è.  
Base della torta: Unisci 4 etti di farina, quattro bei cucchiaioni di zucchero, un uovo, 120 gr di burro- la Franca usa quello vegetale della Vallè. Aggiungi un bicchiere di latte. Adesso fai la pasta frolla. Quindi dacci dentro ad impastare. Le hai viste le pubblicità con Banderas, no? Quindi sai come devi fare. Lascia riposare la frolla un paio di ore, in frigorifero, coperta con uno strofinaccio. 
Passate le due ore, stendi la frolla bagnandoti le mani con la farina, sennò ti si appiccica tutta.
La si stende con le mani! Non col mattarello! (Come avrei fatto io se non ci fosse stata la Franca).
Inforna la pasta frolla a 180° nella teglia giusta- unta col burro- per  30/40 minuti. Se dopo 15 minuti vedi che si è abbrustolita, mettici sopra un foglio di stagnola e continua a cuocere.
Per la crema pasticcera: In un pentolino versa mezzo litro latte, due cucchiai rasi di zucchero, due cucchiai di farina e i due tuorli d'uovo. Accendi il fuoco e mescola con un cucchiaio fino a che la crema non si apprende. 
Tira fuori la frolla dal forno e lasciala raffreddare per qualche minuto.
Con dei piccoli e ripetuti colpi fa' in modo che la base della torta si stacchi dalla teglia. Ora metti un piatto capovolto a mo' di coperchio- come fai per la frittata- gira il tutto e il gioco è fatto. Versa sulla frolla la crema pasticcera e poi disponi la frutta a piacere. Sopra a tutto ci va la gelatina.
Per la gelatina: Versa la bustina di gelatina in un pentolino e aggiungi due cucchiai di zucchero raso, la fai bollire in acqua per due minuti.
Mio marito, dopo aver sbirciato la ricetta, si è un po' ingelosito ed ha dichiarato che la sa fare anche lui la torta di frutta. Ed è anche più bravo. Sfida? Io sono solo contenta! 

Nessun commento:

Posta un commento