sabato 14 marzo 2015

Frittata agricola



Non sono una da mercato. Non mi ci trovo: troppa confusione. Mio marito è uno portato per il mercato: gli piace contrattare, tocchicciare i prodotti, vagare di bancarella in bancarella alla ricerca del carciofo migliore... a me non interessa cercare il carciofo migliore. Io voglio un luogo dove non posso sbagliare. Dove tutto è migliore. Non mi piace la concorrenza al ribasso, non mi piacciono le urla, non mi piace quando qualcuno cerca di vendermi qualcosa, non mi piace sospettare della provenienza di una carciofo.
Mi piacciono i mercatini, quelli sì. I mercatini con i prodotti tipici, artigianali, a chilometro 0. Dove chi vende è chi produce. 
Ti assicuro che nei mercati milanesi trovi di tutto tranne che l'agricoltore.
Nei mercatini non hai la sensazione che ti stiano fregando, non temi di esserti sbagliato: "Accidenti, i carciofi li ho comparti qui e due bancarelle più in là li avevano più belli e meno cari."
Nei mercatini tutto è migliore.
In via Ripamonti 35, a Milano, c'è il Mercato agricolo. Il Mercato agricolo è a tutti gli effetti un mercatino. Lo puoi trovare il mercoledì e il sabato, dalle 9 alle 13. Hai presente il Consorzio agrario di Milano? Ecco, il Mercato agricolo si trova proprio lì, in quel cortile. 
E noi l'abbiamo trovato!
Evviva!
Fare la spesa è un'attività che detesto. Ti dirò, al mercato agricolo mi sembra d'essere quasi felice.

COSA&QUANTO

  • un mazzetto di cavolo nero
  • un cipollotto
  • olio
  • una confezione di pancetta (50 gr)
  • sale
  • pepe bianco
  • 3 uova
  • pecorino grattugiato (3 cucchiai abbondanti)
COME
Questa frittata è stata fatta con le uova, il cavolo nero e il cipollotto del mercato agricolo. Come dice Barbieri (Masterchef), la prima cosa è la qualità degli ingredienti. Saggissime parole!
Pulisci il cavolo nero facendo attenzione a togliere la maggior parte di gambo possibile. Ricorda: il gambo è indigesto. 

In padella fai un soffritto di cipollotto e olio. 
Aggiungi la pancetta
Aggiungi il cavolo nero e una tazza abbondante di acqua. 
Sale e pepe. 
Cuoci per 20 minuti in padella.
In una ciotola sbatti 3 uova e aggiungi un po' di pecorino grattugiato (circa 3 cucchiai abbondanti).
Metti il contenuto della ciotola nella padella e lascia che gli ingredienti si amalgamino e formino la frittata.
Cuoci da un lato e poi, facendo saltare la frittata come solo tu sai fare, dall'altro lato.
Aggiungi eventualmente ancora pepe bianco e sale. 

1 commento:

  1. Io sono negata a contrattare. Vado al mercato ma oramai ho le mie bancarelle di fiducia quindi vado sempre li. Non sto a girare dappertutto, anche perchè non ne avrei il tempo. Adoro le frittate, sono perfette per una cena veloce ma gustosa. Mi piace molto il cavolo nero, solo che qua si fatica un po' a trovarlo

    RispondiElimina