domenica 4 gennaio 2015

Gamberi ubriachi


Sette giorni fa io e mio marito abbiamo fatto sei mesi di matrimonio. Dico fatto e non festeggiato perché da quando siamo sposati ci dimentichiamo date e ricorrenze e non festeggiamo mai. Dici che è normale? Dai, il primo mese di matrimonio non vuoi festeggiarlo? E il sesto? Noi ci dimentichiamo. A volte, dopo qualche giorno, ce ne ricordiamo. E allora decidiamo di festeggiare.
Il mezzo anno voglio festeggiarlo con Gamberi ubriachi e Bloody Mary. Magari intervallati da qualcosa, un pinzimonio per esempio.  
Bloody Mary, pinzimonio e Gamberi ubriachi. Festa grande! 

In Norvegia ci saranno dei gamberi spaziali. Sì, anche il salmone sarà spaziale.  Per il primo anniversario mi piacerebbe tanto andare in Norvegia. Non so se ce la faremo, intanto fantastico. La cosa che mi piace di più del viaggio è la preparazione. Anche se poi magari non parto nemmeno. 
Allora, più che preparazione dovrei dire semplice fantasticazione
A me basta poco: qualche fotografia su google immagini, qualche recensione su trip advisor... e sono già lì. Ho sempre pensato di essere una turista da città: vie, piazze, musei, ristoranti, Storia, storie... e invece sono una turista da natura. L'ho scoperto durante la luna di miele in Tanzania, dove ho trovato ciò che mi mancava. Vivo in una città satura di proposte: mostre, eventi, cose, gente. Sono una persona ansiosa con la tendenza a sovraccaricarsi di cose da fare. E la felicità più pura io l'ho toccata nel niente. Nel tutto. Svegliarsi, saltare in macchina e aprire gli occhi. Aspettare. Bere il cielo e la terra. Godere del passaggio di un leone, salutare il lento e routinario progredire di mamma elefante. Mondo e vita. E non lo sapevo. Cerchiamo quello che non abbiamo, lo facciamo sempre. E' la nostra bellezza, la nostra forza. Cercare ciò che non si ha, non vuol dire non apprezzare ciò che già si possiede. Vuol dire essere uomini e donne nel cui sangue scorre Ulisse. Ulisse non aveva un brutto carattere, non era un indolente capriccioso che non sapeva apprezzare le bellezze di Itaca. Ulisse doveva andare. E anche noi dobbiamo. Ci sono diversi modi di andare, tra i miei preferiti c'è la fantasticazione. E quindi io sono qui, nella grande metropoli, circondata di cose e case, e mi perdo tra un gambero ubriaco e un bloody mary e mi tendo verso ciò che non c'è.

COSA&QUANTO
  • vodka (meno della metà del succo di pomodoro)
  • succo di pomodoro (una bottiglietta di vetro)
  • succo di limone (di mezzo limone)
  • ghiaccio
  • sale
  • pepe
  • tabasco (una goccia)
COME 
Versa nello shaker la vodka, il succo di pomodoro e il ghiaccio. Agita. (Alcuni mettono anche lo sherry e/o la salsa worcester). Versa nel bicchiere. Aggiungi il succo di limone, il sale, il pepe e il tabasco. Assaggia per regolare il condimento. Guarnisci con un gambo di sedano, che fa sempre allegria.
La conosci la leggenda di Bloody Mary? 


Ed ora il pezzo forte. I gamberi ubriachi sono perfetti come antipasto dei giorni di festa, ma anche come piatto unico. I nostri erano congelati, però- ci tiene a dire mio marito- di ottima qualità. E scontati al 50%.

COSA&QUANTO
  • gamberi
  • mezzo spicchio di aglio
  • scorza di limone
  • scorza di arancia
  • rum (Fundador) o vodka
  • sale 
  • pepe
COME
In padella fai soffriggere mezzo spicchio di aglio. Taglia col tuo miglior coltellaccio le scorze di limone e arancia a striscioline. 
Piccole piccole. 
Butta i gamberi e aggiungi sale, pepe e le amiche scorze.  
Sfiammeggia col rum e spadella.
E' un piatto divertente, facile, veloce e anche un po' sexy.

1 commento:

  1. Piacerebbe tanto anche me vedere la Norvegia, solo che dicono essere costosissima. Chissà, prima o poi...
    intanto sogno con questi gamberoni e il cocktail

    RispondiElimina