venerdì 19 dicembre 2014

Crepes Ci ci


La colazione è santa. E' un momento di coccole e conforto. Da sempre il mio pasto preferito, irrinunciabile. Per la colazione dei giorni di festa, ti propongo le Crepes Ci ci, o C. c. c. (crasse crepes cretine), sempre di crepes si parla. Perfette per la colazione di Natale al posto del classico Pandoro, ma anche per tutte le colazioni del sabato e della domenica. Durante il fine settimana, io e mio marito facciamo solo colazione e tiriamo fino a cena. Come facciamo? Prova le Crepes Ci ci e vedi che la fai anche tu.
Le crepes mi ricordano la mia migliore amica/sorella. E' stata lei che mi ha insegnato a prepararle. Avevamo 11 anni e passavamo i nostri pomeriggi a cucinare- e poi mangiare- crepes. Ovviamente avevamo anche molti altri interessi, che per ora è meglio tacere.


In questa ricetta di mio marito la differenza sta nell'impasto: in uno c'è la cannella e nell'altro il cioccolato. 
"Ci vuol passione/ molta pazienza/ sciroppo di lampone/ e un filo d'incoscienza/ ci vuol farina/ del proprio sacco/ sensualità latina/ e un minimo di stacco/ si fa così/ cannella e cioccolato/ che non mangiarli sarebbe un peccato/ si fa così/ si cuoce a fuoco lento/ mescolando con sentimento..."
Ho provato a trattenermi ma non ce l'ho fatta (quando mai?). Non potevo non citare Rossetto e cioccolato, proprio non potevo. Una delle mie canzoni preferite della Vanoni, e forse preferite in assoluto. Devo dire che la Vanoni mi piace, mi corrisponde, ogni tanto mi parla (è sua una delle più belle canzoni sul mio nome). In Rossetto e cioccolato ho trovato parole di conforto su come affrontare determinate situazioni, lo stesso conforto che ho trovato nelle crepes di mio marito e che mi serve per affrontare questi ultimi giorni pre natalizi.

COSA&QUANTO
  • un uovo
  • 120 gr di farina
  • 200 ml di latte
  • 15 gr di zucchero
  • olio/ 20 gr di burro
  • cannella
  • mezza tavoletta di cioccolato fondente
  • marmellate a piacere


COME
In realtà le C.C.C. non sono poi così crasse. 
In una ciotola versa il latte, sbatti l'uovo, aggiungi la farina e lo zucchero.
Fai sciogliere il cioccolato in un padellino col latte.
Dividi poi il composto in due recipienti: nel primo metti la cannella e nel secondo il cioccolato sciolto. Nel secondo recipiente aggiungi 10 gr di farina, per pareggiare le dosi col latte.
Mescola con la frusta.
In padella fai sciogliere un po' di burro. Mio marito non aveva il burro ed ha usato l'olio: si può fare! Pensavamo sarebbero venute cattive e invece il gusto dell'olio non si sente affatto. Il risultato è sicuramente più leggero, ma la preparazione è più difficoltosa: farai più fatica a farle saltare. 
Hai presente il momento in cui devi far saltare la crepe in padella? Non provi la stessa tensione che proveresti per un calcio di rigore alla finale dei mondiali?
Dopo aver fatto sciogliere il burro o scaldare l'olio, con un mestolo versa il composto in padella. Cuoci da entrambi i lati. Farcisci con la marmellata che più ti aggrada e piega  a triangolino. Avanti così fino a quando non hai terminato tutto il preparato. Le crepes al cioccolato sono molto buone anche senza farcitura!

1 commento: